REGINE

 

REGINE

Dopo la serie degli Argenti, la magia delle immagini prosegue con gli Ori della mostra attuale dove fotografie erotiche di fine ‘800 si liquefano e ricompongono con uno smalto dorato che restituisce un immaginario fatto di carne e sogno.

Dopo Urban Icons del 2014, Wunderkammer Visionnaire è lieta di ospitare una secondo mostra dedicata alla ricerca dell’ artista Paolo Leonardo. Memori delle azioni urbane e interventi sui manifesti pubblicitari con pittura a smalto e l’idea di una street art in forma di gesto politico, l’intento di Paolo Leonardo resta quello di liberare la creatura femminile dallo stereotipo, renderla soggetto e non solo oggetto. Dopo la serie degli Argenti, la magia delle immagini prosegue con gli Ori della mostra attuale dove fotografie erotiche di fine ‘800 si liquefano e ricompongono con uno smalto dorato che restituisce un immaginario fatto di carne e sogno.

mostra vista

Per la realizzazione di questa serie di opere l’artista utilizza dieci immagini di nudi femminili, realizzati da fotografi non identificati, fra il 1880 e il 1900 circa, stampati all’albumina e alla gelatina bromuro d’argento. Le foto, provenienti dalla collezione dell’Associazione per la Fotografia Storica di Torino, erano spesso frutto di autori che rimanevano nell’anonimato e perlopiù destinate agli artisti dell’epoca che, con il loro ausilio, potevano studiare il nudo femminile in pose differenti e riproporlo nei loro dipinti copiando direttamente dalle fotografie senza ricorrere al modello vivente. L’intervento pittorico di Paolo Leonardo sugli ingrandimenti delle foto originali stampate su carta consegna le figure femminili alla durata del tempo, assurgendole al rango di regine.

Marco e Paolo Leonardo
Invito

Nato a Torino nel 1973, frequenta l’Accademia Albertina di Belle Arti. La sua opera pittorica rappresenta una sfida nei confronti del sistema mediale contemporaneo ed una ricerca improntata sull’interazione tra pittura e fotografia. Il suo lavoro è presente in diverse collezioni private e pubbliche, in Italia e all’estero.

 

VIRTUAL TOUR

Visita la mostra virtualmente

Se la preview non funziona clicca qui

Artist

Paolo Leonardo

A Paolo Leonardo interessa la rappresentazione della donna nella nostra società dei consumi e attinge dall’immenso archivio delle immagini pubblicitarie che rappresentano la donna contemporanea con i suoi stereotipi. L’ artista in certi manifesti e in alcune immagini fotografiche intravede un potenziale di senso e una sorta di potere magico che lo porta ad instaurare un dialogo tra immagine e intervento pittorico. “Non sopporto che l’orizzonte della mia città sia invaso da immagini pubblicitarie, da questi volti e corpi che rappresentano la donna, ma allo stesso tempo li banalizzano stereotipandoli e riducendoli a merce. Per la prima volta in una notte del 1994 ho strappato due grandi manifesti: i volti di una donna. Dopo averli modificati con un intervento pittorico di stile espressionista, li ho ricollocati abusivamente negli espositori stradali pubblicitari, così è iniziato tutto, cosi faccio ancora adesso per le strade in Italia e all’estero.
Attraverso il filtro della pittura le foto vengono definitivamente investite dalle mie emozioni. Quando in strada scelgo un' immagine pubblicitaria, intuisco che la riproduzione fotografica contenuta in essa può avere delle potenzialità, ma è solo isolando questa immagine dalle altre che sono in grado, in studio, di sviluppare un rapporto visivo ed è attraverso la pittura  che l' immagine si riscatta, ritorna ad avere una propria dignità".
Paolo Leonardo, nato a Torino nel 1973 è una delle figure più interessanti nell’ambito della nuova scena artistica italiana. Attraverso un uso personale e autonomo della pittura, Leonardo ha sviluppato una ricerca legata al rapporto attualissimo tra arte, fotografia e pubblicità.

Other exhibitions