Designers

Designers

Designer
Alessandro
La Spada

Alessandro La Spada si definisce un "designer con le fattezze di un artigiano". Il suo motto: "esibiscilo per imparare". Ha studiato presso l'i.d.i. Istituto di interior design a Milano dove si è laureato nel 1990. Dal 1990 al 1994 ha collaborato con lo studio Sawaya e Moroni, progettando interni e seguendo lo sviluppo dei prototipi dell'azienda. Tra il 1998 e il 2004 è impegnato nel campo del design e del progetto d'interni occupandosi di ricerca formale, sottolineando il valore semantico degli oggetti. Si dedica alla produzione su scala ridotta di lampade e arredi, approfondisce la sua conoscenza del materiale creando un piccolo laboratorio creativo specializzato nella lavorazione del metallo. Nel 2005 un incontro informale ha portato alla sua collaborazione con Samuele Mazza, un personaggio eclettico con un passato nel design della moda. Il suo contributo "hard wear" al mondo soft di Mazza ha dato vita alla collezione "Visionnaire" e "Grantour". Tiene anche lezioni presso l'i.d.i. istituto di design d'interni, milano. Ha lavorato come project leader per la domus academy di Milano.

Designer
Fabio
Bonfà

Fabio Bonfà è un architetto e designer italiano, formatosi tra Italia, Spagna e Olanda; ha lavorato in diversi campi: dalla pianificazione urbanistica al design industriale, sviluppando un approccio alla progettazione multidisciplinare e originale. Responsabile del dipartimento di progettazione d'interni di Visionnaire dal 2012, è responsabile del controllo e della gestione dell'intero processo di progettazione, sviluppando una vasta gamma di progetti di alto livello in tutto il mondo (hotel, showroom e clienti privati). Questo ha permesso di affrontare culture e bisogni differenti. Il suo obiettivo è quello di sviluppare un'estetica fuori dal tempo, non legata alla moda attuale, ma sempre con forti radici nella tradizione italiana.

Designer
Armando
Bruno

Milanese di adozione, è attualmente socio e CEO dello Studio Marco Piva, una società di design con sede a Milano con filiali a Mosca, Pechino, Shanghai, Abu Dhabi e Dubai.
Tra le varie attività di architetto, interior designer e product designer, insegna a Polidesign, SPD Scuola Politecnica di Design e collabora con SDA Bocconi e Tongji University a Shanghai. E 'stato membro di diverse giurie e ha coordinato il premio Young & Design dal 2015. Ha collaborato con alcuni marchi di moda come Aspesi, Bvlgari, Jil Sander, Larusmiani, Maison Martin Margiela e Gucci ed è stato il fondatore e curatore artistico della galleria Spaziootto a Milano.

Designer
Samuele
Mazza

Il suo background ha radici nella sua amata e profonda Sicilia di Palma di Montechiaro, dove trionfa il barocco. Cattolicesimo e reminiscenze inaspettate della cultura ebraica e orientale formano un ambiente unico. In seguito, il suo radicamento fu nella fiorente Firenze degli anni '80, che fu un laboratorio di elaborazioni creative, uno spazio aperto per nuove ricerche e sperimentazioni nei campi della cultura, della musica e della moda. Dopo di che è atterrato all'attuale bipolarismo dell'asse Milano-New York.
È stato in grado di delineare un cosmo interdisciplinare incrociando lingue, segni e campi, che a volte sono molto distanti l'uno dall'altro. I suoi libri sulla moda, sulla storia del costume, sui rapporti tra arte, fotografia, cinema e moda sono innumerevoli. Ha progettato per IPE srl una linea d'arredo ispirata allo stile neogotico chiamato Visionnaire, di cui è stato direttore artistico fino al 2010. Una linea ispirata alla "scenografia" per case teatrali, e alla rappresentazione del Sé, segnata con segni, di testimonianze letterarie, costruite intorno ai rari e più preziosi catalizzatori della memoria come l'arte, come le foto che tappezzano le pareti, che costituiscono il suo cuore privato e pulsante.

Designer
Simone
Micheli

Ha fondato lo studio di architettura con il suo nome nel 1990 e la società di design "Simone Micheli Architectural Hero" nel 2003. È professore al Polidesign di Milano, presso la Scuola Politecnica di Design di Milano. La società di progettazione Simone Micheli Architectural Hero con sede a Firenze e Milano offre servizi di contract e residence in diversi settori: architettura, interior design, design, visual design e comunicazione.Tutte le opere dell'architetto Simone Micheli sono uniche e dotate di una forte personalità oltre ad essere sostenibili, rispettose dell'ambiente. Svolge un ruolo cruciale nel campo della pianificazione in Europa, infatti ha sviluppato una serie di piani per la pubblica amministrazione e per clienti prestigiosi legati alla comunità e al campo residenziale. Ha esposto i suoi lavori alla Biennale di Venezia, nel settore dell'architettura. Lavora come redattore della mostra a tema "contract" e delle principali mostre internazionali in questo campo.

Designer
Roberto
Lazzeroni

Roberto Lazzeroni è nato a Pisa, città in cui ha scelto di vivere e lavorare. La sua formazione professionale è il risultato di studi - Arte e architettura a Firenze. Sin dall'inizio ha sempre mostrato interesse per i fenomeni del mondo dell'arte concettuale e quelli del design radicale. All'inizio degli anni '80 inizia a interessarsi all'industrial e interior design, una specializzazione che definisce "fondamentale" per il seguente approccio al mondo del "prodotto industriale". Un fine conoscitore della storia del design e dei suoi segni razionali, è molto abile nel mettere in pratica ogni giorno questa conoscenza. Parlando dei suoi progetti, Lazzeroni usa l'espressione di "design sentimentale"; è davvero facile, anche per un occhio inesperto, vedere la tensione tra il passato e il furore in queste opere. Questa tendenza è oggi definita "progettazione ransitiva". I segni del passato sono in qualche modo riconoscibili; sono chiaramente risolti e il risultato è una vera ed equilibrata tensione tra passato e futuro.

Designer
Steve
Leung

Riconosciuta a livello internazionale, Steve Leung è uno dei principali architetti, designer di interni e designer di prodotti nati ad Hong Kong nel 1957. Essendo un'appassionata sostenitrice dello stile contemporaneo, le opere di Steve riflettono un carattere forte e unico del minimalismo, con abile adozione della cultura e delle arti asiatiche. Le sue opere comprendono l'architettura, l'interior design e il design del prodotto.

Designer
Mauro
Lipparini

Mauro Lipparini ha conseguito la Laurea in Architettura nel 1980 presso l’Università degli Studi di Firenze, della quale è stato professore. E’ stato inoltre vincitore dei concorsi internazionali di design Young & Design Milano (1987), International Du Pont Award Köln (Germania, 1988 e 1989) e Good Design® Global Awards (2011). L’intensa attività di Mauro Lipparini nel campo del design industriale include il mobile per la casa e per l’ufficio, l’industria tessile e altri prodotti creati per numerose aziende in Europa e in Giappone. Nell’ambito dell’architettura e dell’interior design, si è principalmente concentrato sull’edilizia residenziale e commerciale quali corporate headquarters, showrooms, negozi, ristoranti e installazioni espositive. Inoltre, progetta e realizza avanzati sistemi di immagine e di corporate identity, dalla grafica ai servizi editoriali, alla produzione.
Lo stile di Lipparini, basato su forme essenziali e linee chiare ed energiche caratteristiche del minimalismo naturale, è imbevuto d’uno spirito gioioso, di un esaltante senso di piacere estetico e della creatività. Nel suo libero impiego di colori, trame organiche, originali idee visive, Lipparini amplifica la tavolozza del minimalismo, incanalando l’immediatezza e la potenza di quest’estetica verso una nuova era di grande maturità e senso di benessere.

Designer
Philippe
Montels

Philippe Montels è nato in Francia nel 1967 in una famiglia di origine italiana nell'area di Sperlongua. Raffinatezza e armonia pervadono tutte le sue incredibili creazioni. Philippe Starck e Andrée Putman si sono fidati di lui con progetti su larga scala e internazionali come la Maison Guerlain sugli Champs Elysées a Parigi o il Lan's Restaurant a Pechino. Le sue ambiziose creazioni sono ora sparse in tutto il mondo: tra le altre, la decorazione e l'illuminazione di 80 negozi Escada e la sala VIP del Padiglione Francese all'Esposizione Universale di Shangai. Philippe Montels è un esperto nel giocare con i contrasti e le opposizioni, la sua audace interpretazione degli stili e l'uso inaspettato del materiale sono il suo timbro speciale: i suoi cuscini in metallo sono morbidi e sensuali, i preziosi cristalli Swarosky e il materiale industriale si combinano armoniosamente.

Designer
Marco
Piva

Nel disegnare i miei nuovi prodotti per Visionnaire ho lavorato sulla ricerca di inusuali valori estetici creando forme e composizioni definite dal contrasto tra materiali profondamente diversi: quelli naturali – principalmente pietre e legni - contrapposti a quelli artificiali- vetri e metalli. Metalli, essenze, marmi, pelli e vetri trasmettono, attraverso la loro raffinata combinazione, preziosità, valore ed eccellenza.

Designer
Maria
Serebryanaya

Nata nel 1974 a Mosca, Maria Serebrianaya è un'abile professionista di architettura e interior design con oltre 15 anni di esperienza lavorativa. Secondo una ricerca genealogica di famiglia, tra gli antenati di Maria ci sono molti famosi mecenati delle arti, pittori di icone e un famoso libraio antiquario. Secondo una ricerca genealogica di famiglia, tra gli antenati di Maria ci sono molti famosi mecenati delle arti, pittori di icone e un famoso libraio antiquario. Maria ha sempre avuto grande rispetto e interesse per le sue radici ed è fortemente influenzata dalla magnifica cultura russa nel suo stile e nel suo lavoro. Anni di esperienza hanno portato Maria all'idea di creare la sua collezione di mobili e nel 2012 lo ha fatto per il marchio di interni Visionnaire. Conoscendo bene le aspettative dei consumatori più esperti di lusso, disegna i suoi articoli nel tentativo di raggiungere un equilibrio ideale tra bellezza e comfort.

Designer
Roberto Tapinassi,
Maurizio Manzoni

Maurizio Manzoni, nato a Nuoro nel 1967 e laureato in Architettura a Firenze, inizia la sua carriera lavorando nel disegno industriale con aziende leader in Italia e all'estero. Il suo lavoro spazia dall'interior design alla grafica, allo stand projecting, al design del tessuto e alla progettazione nautica di motoscafi e yacht, sia per gli interni che per gli esterni. Attualmente vive e lavora a Firenze, dove ha co-fondato lo StudioMEMO con il designer Prof. Roberto Tapinassi nel 2001. Roberto Tapinassi, nato a Firenze nel 1933, inizia la sua professione di Designer negli anni '60 collaborando con aziende leader del settore del mobile in Italia e all'estero. Il suo lavoro spazia dall'interior design alla grafica e al design del tessuto.

Designer
Giuseppe
Viganò

Giuseppe Viganò è un designer di mobili e un art director. Come designer ha un forte spirito creativo e un senso di bellezza, che vengono scoperti e razionalizzati ogni volta che si avvicina a un nuovo progetto. Il suo pensiero creativo è principalmente basato sulla ricerca e lo porta sempre verso nuovi traguardi; I "nuovi materiali" spesso diventano il punto di partenza per la creazione non solo di nuovi prodotti, ma spesso di intere nuove collezioni. Riferimenti provenienti dal mondo dell'arte, della moda e della poesia gli danno spesso l'opportunità di affrontare i progetti in modo trasversale; molti dei suoi prodotti più famosi sono stati concepiti con concetti pittorici o dettagli "glamour", in altre occasioni, invece, le sue forme intriganti sono state disegnate da gesti poetici.

Designer
Ivan
Baj
Designer
Claire
Fréchet

Claire Fréchet è una designer ceramista francese nata in Paesi Baschi. Si è formata in Messico e a Parigi per la progettazione e la lavorazione della ceramica. Ha aperto il suo studio creativo nei pressi di Chantilly nel 2012, in una dimora molto speciale, dove progetta e realizza ceramiche artigianali attraverso l'elaborazione di collezioni poetiche, ispirate alla vitalità cosmica e ai fenomeni tellurici e minerali. Le sue creazioni sono esposte in gallerie e showroom su scala intercontinentale.

Designer
Marta
Giardini

Viaggiatrice per inclinazione e per lavoro Marta Giardini, curiosa e poliedrica architetto e designer, porta in ogni suo progetto freschezza e contaminazioni. Con base a Milano dove vive e lavora, ha trascorso lunghi periodi all’estero. In Spagna, in Peru, in Tailandia ed in Cina.  “Perché” - sostiene Marta -  “il lavoro è una passione da assecondare”. 

Designer
Gumdesign

Laura Fiaschi e Gabriele Pardi si occupano di architettura, industrial design, grafica, art direction; sono art director e membri del comitato di redazione di Bau, contenitore di cultura contemporanea. Seguono la direzione creativa del brand Styl’Editions da ottobre 2018. Sono attivi nel settore universitario con lezioni aperte, workshop e collaborazioni con la Libera Università di Bolzano, il Cried di Milano, lo Ied di Firenze e Roma, l'Università di Pisa ed il Celsius di Lucca, la Facoltà di Architettura di Genova, la Facoltà di Ingegneria di Trento; dal 2017 sono coordinatori e docenti del primo Master in Design - Innovazione e Prodotto per l'Alto Artigianato presso lo IED Firenze.

Designer
Sara
Ricciardi

Il suo approccio è caratterizzato da una profonda esplorazione narrativa: ogni estetica nasce a seguito di un precisa storia. La forma segue il messaggio. Grande ricerca poetica e formale alla base del suo metodo. Materiali e lavorazioni vengono definiti ogni volta con l’ausilio di grandi maestri dell’artigianato italiano. Insegna Design relazionale e pratiche di co-progettazione presso la Naba, Nuova Accademia di Belle Arti e presso la Domus Academy, corsi in cui si attivano progetti di riqualificazione urbana, e tiene workshop internazionali di "Design thinking”. E’ una collezionista eccelsa di oggetti bizzarri. Per il salone del mobile 2019 ha inaugurato diversi progetti, fra cui Metamorfosi per Visionnaire Home Philosophy.

Designer
Fausto
Salvi

Fausto Salvi lavora con la maiolica, spesso creando pezzi di grandi dimensioni o installazioni, cercando un dialogo tra stili antichi e contemporanei. La sua continua ricerca e l’evoluzione del suo linguaggio hanno l'obiettivo di indagare aspetti sociali e politici della società contemporanea, a volte utilizzando altri medium oltre alla ceramica. Viaggiare incontrando altre culture è sempre stato il motore del suo lavoro: in questo modo, durante gli anni, ha lavorato e aperto il suo studio in diversi paesi, arricchendo il suo linguaggio artistico senza appesantirlo.

Designer
Inderjeet
Sandhu

Inderjeet Sandhu è un artista e designer multidisciplinare che si è laureato al Royal College of Art di Londra. La sua principale fonte d'ispirazione proviene da temi molto personali incentrati sulla domesticità, le origini, le disfunzioni e gli incroci nella cultura. Il lavoro che crea è situato al meglio in uno spazio tra due confini chiaramente definiti, un'area grigia. È interessato alla confusione dei confini tra territori contrastanti con le proprie regole e cliché. Unendoli insieme, si sforza di creare un lavoro che sia liberato dai suoi contesti radicati e specifici in qualcosa di nuovo che sia meno gravato da nozioni e stereotipi preconcetti.

Designer
Stories of Italy

Stories of Italy è un brand con base a Milano. I fondatori e direttori creativi, Matilde Antonacci e Dario Buratto, si conoscono nel 2000 a Firenze. Nel 2016 decidono di sviluppare insieme un nuovo progetto che sia in grado di unire design e alto artigianato italiano, specializzandosi nel vetro soffiato di Murano. Accanto a produzioni proprie table e living per retail e gallerie, in tre anni Stories of Italy si è strutturata per lavorare trasversalmente collaborando con studi di architettura per progetti di hospitality, designers e altri brands. Nell’ultimo periodo, inoltre, la ricerca di SOFI si è rivolta anche allo sviluppo di progetti di illuminazione propri e contract.

Designer
Olivia
Walker

Durante il completamento di un Master in ceramica contemporanea presso l'Università delle Arti Creative, Olivia Walker ha intrapreso un anno di apprendistato con il maestro-vasaio Julian Stair. Dopo essersi diplomata nel 2014, ha lavorato per collezioni private intercontinentali ed esposto in gallerie di tutta Europa. Olivia ha un approccio disciplinato e meditativo nella realizzazione delle sue porcellane. Fra i suoi temi, l'interazione fra uomo e mondo naturale, che rappresenta creando forme precise sulla ruota per poi elaborare su di esse superfici che fanno riferimento a organismi, funghi, batteri e coralli.

Designer
Zanellato/Bortotto

Dopo l’incontro all’ECAL di Losanna, Svizzera, Giorgia Zanellato e Daniele Bortotto fondano lo studio Zanellato/Bortotto a Treviso, Italia, nel 2013. Il loro primo lavoro congiunto, Acqua Alta, è stato dedicato alla città di Venezia e presentato al Salone Satellite di Milano nel 2013; questo progetto ha segnato l'inizio del loro lavoro di ricerca sulla relazione tra luoghi e il passare del tempo. Zanellato / Bortotto collaborano con diversi marchi e gallerie italiane ed internazionali. Nel 2015, sono stati nominati Young Talent of the Year da Elle Decor Italia, hanno ricevuto il premio NYCxDESIGN da Interior Design nel 2016 ed hanno vinto il Red Dot Design Award nel 2017.