JASON ANNIVERSARY

 

JASON ANNIVERSARY

Un insieme di eleganza e riferimenti architettonici che crea un design pulito, essenziale in stile giapponese, per far sognare ulteriormente.

Giugno fuori dal finestrino ... pure il vento si è fermato ... mi confondi se non ti piace il jazz.

Mix di eleganza e richiami architettonici, guardando di lato Jason si avverte una pulizia ed una essenzialità quasi giapponese. La sua peculiarità risiede nell’esser lavorato curvo nella base e nella lavorazione del topa tre marmi (invisible grey, verde rameggiato, rosso levanto) di diversa consistenza.
L’architetto è molto sintetico e diretto nel raccontare le sue realizzazioni, ci propone delle suggestioni, come nel caso di Jason.

JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY

Nascosta nel miraggio di una luce della stanza ...riprendi la tua danza.

Per la sedia Tanya è chiara l’ispirazione al design del nord europa e al mondo automotive, ammorbidita dall’organicità del disegno di Lazzeroni. Le gambe in alluminio, in antracite metalizzato satinato, sembrano sorreggere una seduta pagoda “volante”. Tecnicamente una realizzazione molto complicata che ha necessitato uno stampo a iniezione, non solo per la scocca ma anche per la gamba.

JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY
JASON ANNIVERSARY